DIETA E PARACADUTISMO

Che c’entra?

 

Dieta e Paracadutismo. Non vi preoccupate, non vi voglio proporre la Dieta del Paracadutista, anche se c’è chi propone la Dieta dell’Astronauta (sic).

DIETA E PARACADUTISMOAvete presente i filmati che mostrano i paracadutisti che si buttano dall’aereo?

Se si buttano da molto in alto hanno tutto il tempo di galleggiare nell’aria, di fare capriole e varie acrobazie e magari di radunarsi in gruppi e tenersi per mano.

Nemmeno ci pensano ad aprire il paracadute, eppure possono arrivare anche a 200 km/h.

Quando si inizia una dieta per dimagrire la situazione del nostro organismo è simile.

Le cellule adipose, gli Adipociti, sono belle gonfie di grasso (cioè di energia immagazzinata) e per questo hanno pochi recettori sulla loro superficie (Glut-4), quelli che, sotto azione dell’Insulina prodotta dal DIETA E PARACADUTISMOPancreas quando mangiamo carboidrati, fanno accumulare trigliceridi al loro interno.

Nelle persone in sovrappeso od obese, cioè, gli Adipociti sono talmente grassi che non hanno nemmeno tanta voglia di mangiare ed anzi cercano di liberarsi di un poco di quello che contengono immettendo acidi  grassi nel sangue.

Il guaio è che se questi acidi grassi non vengono “bruciati” dal tessuto muscolare (con l’attività fisica), allora  vengono ri-inglobati dagli Adipociti stessi, creando così un inutile circolo vizioso.

 

Quando iniziamo una dieta, gli Adipociti sono come i paracadutisti che si sono appena lanciati da 5000 metri.

Hanno tutto il tempo di ridere e scherzare, ovvero non hanno problemi a rilasciare acidi grassi, cioè a dimagrire .

Va aggiunto che quando dimagriamo il numero di Adipociti resta sempre lo stesso, ma ognuno di loro dimagrisce, cede cioè grasso al sangue che viene riconvertito in Glucosio, che altrove abbiamo definito come la benzina di tutte le cellule.

Fin qui tutto bene, tutto facile, ma quando il paracadutista comincia ad avvicinarsi alla Terra, (il limite minimo mi dicono essere 750 metri), allora smette di ridere e scherzare ed apre il paracadute.

DIETA E PARACADUTISMOOra le nostre cellule adipose hanno anche loro fame e non ci pensano nemmeno  a liberarsi del grasso con tanta facilità.

Ma nel frattempo, a scanso di equivoci, la loro superficie si è riempita dei famosi recettori Glut-4, fatti apposta per captare il glucosio quando arriva. Anche gli Adipociti hanno aperto il paracadute per paura di sfracellarsi.

Quale è una delle conseguenze di questo discorso sul paracadutismo? Che tanto più la dieta sarà brusca e basata solo su una rapida diminuzione dell’alimentazione  – le famose diete “10 chili in dieci giorni” – , tanto prima gli Adipociti si spaventeranno e tanto prima apriranno il paracadute.

Questo, beninteso, non avviene perché gli Adipociti siano particolarmente dispettosi nei nostri confronti e non ci vogliano far dimagrire più, ma semplicemente perché sono programmati da centinaia di milioni di anni a fare questo.

È la Fisiologia !

E la Fisiologia non può venir cambiata neppure dai venditori di illusioni dimagranti.

Cosa possiamo fare per ritardare al massimo il momento in cui gli Adipociti apriranno il paracadute?

Lo vediamo in: DIMAGRIRE-CONSOLIDARE-DIMAGRIRE… 

muscoli o grassoTorna a: MUSCOLI O GRASSO ? QUESTO E’ IL DILEMMA

Altre risorse:

DIMAGRIRE VELOCEMENTE SENZA FARE LA FAME  LE MISURE CHE SERVONO

SGONFIARE LA PANCIA  PERCHÈ SI INGRASSA ?  METABOLISMO LENTO ?   

PANCIA PIATTA  RASSODARE I GLUTEI  STIRARE LA CELLULITE

SPALLE TONICHE E SEXY  GRASSO SUI FIANCHI/SULLA PANCIA. Cosa significa

deficit caloricoTi interessano questi argomenti ed altre notizie su

cibo, benessere, fitness, dimagrimento?

iscriviti al nostro GRUPPO FACEBOOK

 

 

Scarica GRATIS L'Ebook “Svelato Il Segreto Per Dimagrire Velocemente 7 Kg In 7 Giorni (?!)”

Scopri In 57 Pagine Come Cambiare La Tua Vita, il dottore te lo manderà via email!

Ottimo! Controlla la tua email...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi